Un po’ di adrenalina al Karijini national park

Nel Western Australia, oltre a spiagge deserte e mare cristallino, troviamo il Karijini National Park, dove gole, piscine naturali e cascate creano un panorama idilliaco.

Per raggiungere il Karijini, si può facilmente atterrare in uno degli aeroporti della zona Paraburdoo, Newman, Port Hedland e Karratha, dove la compagnia aerea nazionale Qantas vola quotidianamente, e poi noleggiare un’auto. All’interno del Parco Nazionale ci sono sia strade asfaltate che non, ma per stare tranquilli al 100% e poter visitare tutto è meglio noleggiare un fuoristrada.

Qualche giorno completamente a contatto con la natura, percorrendo uno dei tanti percorsi che tra rocce rosse e fiumiciattoli vi porteranno a piscine naturali e paesaggi degni del Giardino dell’Eden. Anche la notte al Karijini si trasforma in uno spettacolo unico da assaporare dormendo sotto le stelle e scrutando il cielo alla ricerca della Via Lattea e della Croce del Sud.

Per quanto riguarda i sentieri percorribili, il DEC ha creato una mappa dettagliata di come raggiungere i punti salienti del parco. Bisogna assolutamente dire che i percorsi non sono tutti uguali e si differenziano per difficoltà e lunghezza.

Uno dei sentieri più lunghi (4km), ma più semplici è quello che vi porterà prima a Circular Pool e poi a Fern Pool. Attraverso il Dales Gorge, una camminata tra rocce e fiumi vi farà esplorare la gola, facendovi passare per le meravigliose Fortescue Falls, che potrete ammirare dal basso verso l’altro, per poi arrivare quasi a toccarle. Risalendo per le rocce al lato delle cascate e attraversando una zona boschiva degna della giungla, arriverete a Fern Pool. Con un tuffo nella stupenda piscina naturale vi dimenticherete di tutto il caldo patito per arrivarci. Un luogo unico con pipistrelli che riposano sugli alberi, pappagalli bianchi che vi svolazzeranno vicino, uccelli di mare appollaiati sullo specchio d’acqua e due meravigliose cascate a incorniciare il tutto.

![cascate a Fern Pool](/https://lh5.googleusercontent.com/-1L0WdOR4UOo/VKZANefdIfI/AAAAAAAAAOY/t0wBEb489jM/s600/P274.jpg “cascate a Fern Pool”

Un’ altra gola molto famosa e particolare è Hamersley. Una semplice camminata in discesa vi farà entrare in un mondo tutto nuovo. Vi sentirete come Alice nel Paese delle Meraviglie, massi di colori così particolari che vi sembreranno finti, conformazioni rocciose uniche nel loro genere, dove le rocce sembrano onde pronte a infrangersi nel lago naturale ai loro piedi. Ovviamente non un semplice lago, bensì una piscina naturale divisa in diverse parti e collegate l’una all’altra grazie a splendide cascate che vi faranno rimanere a bocca aperta.

Parco nazionale di Karijini

Uno dei posti più fotografati del Karijini è Hancock Gorge. Bisogna dire che il percorso da intraprendere per arrivare al “Centro della Terra” come piace definirlo agli australiani è il più difficile di tutto il Karijini. L’adrenalina sarà alle stelle quando vi troverete davanti a pareti rocciose dove arrampicarvi, fiumi da attraversare, dove l’acqua vi arriverà fino alle cosce e l’ultimo pezzo, una spider walk, dove appoggiandovi alle rocce con mani e piedi arriverete finalmente al centro della terra, un posto unico al mondo, un lago naturale nella profonda gola con una vista mozzafiato. Il sentiero è assolutamente da fare, ma se non ve la sentite di mettervi nei panni di Tarzan per qualche ora, c’è un modo più semplice e comodo per arrivare alla grotta all’aria aperta: mettervi il costume e nuotare nel fiumiciattolo che collega la parte esterna del percorso a quella interna e quindi vedere i vostri amici che si arrampicano dal basso.

Hancock gorge

Non è finita qui, altre passeggiate e altre gole vi faranno sognare al Karijini National Park: Joffre Gorge (3 km di camminata all’interno del gorge), Kalamina Gorge (percorso di circa 3 ore), Mt Bruce, da cui potrete godervi una splendida vista del parco dal secondo monte più alto del WA, Red Gorge e Weano Gorge.

Se decidete di intraprendere i percorsi da soli, passate sempre dal Ranger della zona o dalla reception del vostro Resort per suggerimenti e mappe. Se invece preferite fare delle camminate con guide esperte, informatevi presso l’Eco Retreat Karijini.